[Scroll down for English] Anche con l’aumento dei casi oggi, vedendo i dati dei contagi nella nostra regione, possiamo già ritenerci fortunati.

Il problema adesso non è più il sintomo ma la diffusione sempre più di soggetti asintomatici e quindi, difficilmente identificabili.

Ecco perché ora le buone abitudini che sembravano così nuove solo un mese fa sono ancora così importanti: lavarsi le mani, controllare le temperature prima di salire sull’autobus, mantenere le stanze ben areate, mantenere la distanza.

Ed è altrettanto importante rimanere prudenti fuori dalla scuola, e assicurarsi che i nostri figli capiscano che la vita a scuola, al di fuori e nei fine settimana non può continuare come prima.

Cerchiamo di mantenere lucidità, la Scuola si sta attenendo alle normative, tutte le procedure vengono attivate tempestivamente, si sta lavorando al di fuori degli orari scolastici fine settimana compresi.

Le informazioni vanno condivisi… con prudenza

Le informazioni sui contagi vengono condivisi, sia nel rispetto delle norme in vigore, sia per rispetto verso la nostra comunità, e con le modalità previste dalla legge e nel rispetto della privacy.

Una buona comunicazione non è mai facile, e in tempi come questi è particolarmente difficile trovare un equilibrio tra empatia, informazione sufficiente e rispetto della privacy delle famiglie.

Ringrazio comunque la Scuola che ha preso spunto dai nostri commenti per migliorare ancora la comunicazione.

Resta sempre buona norma quella di informarsi con scrupolo prima di diffondere notizie non verificate che possano produrre ingiustificato allarmismo.

Ognuno si senta libero, oltre alle informazioni della Scuola, di avvisare tutti i potenziali contatti.

Vi confermo che tutti i servizi della Scuola sono informati come anche la Direzione del Sito del JRC di Ispra ed i servizi della Commissione presenti sul sito.

Per i ragazzi più grandi vorrei invitare all’installazione dell’app IMMUNI, fortemente consigliata dal Ministero della Salute.

Per la prossima settimana di vacanza mi auguro possiate muovervi con prudenza.

Lo scopo di AGSEV è il supporto alle famiglie

Rimane a volte incertezza in relazione a quanto stabilito con i vari decreti ed ordinanze, spesso in tempi ristretti. le difficoltà di lettura aumentano ovviamente per chi non è di madrelingua italiana. Cechiamo come Agsev di supportarvi per quanto possibile e con riferimento alle nostre competenze.

Contattateci per ogni dubbio/problema possiate avere perché il problema di una persona, oltre a costituire un caso specifico, può essere comunque occasione per un’analisi condivisa nell’interesse di molti.

Ora più che mai è importante connettersi, sostenersi, condividere e collaborare – o pensare a collaborazioni future.

Per questo vi invito a iscrivervi ad AGSEV.

Stiamo lavorando a stretto contatto con la Scuola e con le istituzioni, siamo presenti a tutte le riunioni importanti su tema COVID e con la tua iscrizione continueremo a farlo e a sostenere le famiglie delle scuole europee!

 

Staying vigilant on Covid inside and outside the school

Even with the slight increase in cases today, given the data of contagions in our region we can still consider ourselves fortunate.

The problem now is less with the symptoms themselves than the increasing spread of asymptomatic cases, which much trickier to identify.

That’s why now the good habits that seemed so new only a month ago are still so important: washing your hands, checking temperatures before getting on the bus, keeping the rooms well ventilated, maintaining distance.

And it’s just as important to be careful outside of school, and make sure our children understand that life in school, out of school and on weekends just isn’t the same.

We’re trying to keep this in focu: the school is complying with the regulations, and activating the necessary procedures in a timely manner, and they’re spending considerable time outside school hours, including weekends, to make sure things run as smoothly as possible.

Sharing information… with caution

The school and volunteer bodies have been doing their duty to share information on contagions in compliance with the rules in force and out of respect for our community, and in the manner required by law and with respect for privacy.

Good communication is never easy, and in times like these it’s particularly difficult to strike a balance between empathy, sufficient information and respect for family privacy.

I know there’s still much to improve, and I appreciate that the school has taken inspiration from our comments to further improve communication.

Please always take a moment to check and double check before spreading unverified news, which can too often unfortunately spark unjustified alarmism.

Of course, in addition to what the school is doing, please feel free to alert all potential contacts in case of a verified case.

I can confirm that the school is well informed, as are the JRC Ispra Site Management and the Commission Services present on site.

For older children I would like to invite them to download the IMMUNI app, which has been strongly recommended by the Ministry of Health.

And for next week’s holiday, travel – or not – with caution.

AGSEV is here to support families

There is often a lot of uncertainty regarding the various decrees and ordinances, which often change in a short time. It’s hard enough for Italians, moreso if you’re not. At the parents association (AGSEV), we’re here to support you with our skills and experience.

Contact us for any doubt / problem you may have. One family’s challenge may always be an opportunity to understand the issues many of you are facing.

Now more than ever it is important to connect, support, share and collaborate – or think about future collaborations.

It’s for this reason that I welcome you to join us and become members of AGSEV.

We’re working closely with the School and the institutions, we’re present at all important meetings on COVID. With your membership, we’ll continue to do so and support the families of the European Schools!